Forze dell'ordine e sanitari sono intervenuti tre volte nel giro di poche ore

Costringe carabinieri e 118 a una notte di ordinaria follia

Serata impegnativa per un volto parecchio noto della Valle Cervo, ma soprattutto per carabinieri e 118, costretti a intervenire addirittura tre volte nel giro di poche ore per far fronte alle sue intemperanze.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 01-07-2015 alle ore 19:48:03.
costringe-carabinieri-e-118-a-una-notte-di-ordinaria-follia-560ff008ed3cd3.jpg
Foto di repertorio

Serata impegnativa per un volto parecchio noto della Valle Cervo, ma soprattutto per carabinieri e 118, costretti a intervenire addirittura tre volte nel giro di poche ore per far fronte alle sue intemperanze.

La prima richiesta d'auto è arrivata dall'interno di un bar verso le 20. F.F., residente a Sagliano Micca, era ubriaco e creava problemi in un locale situato nel parco le Ravere di Piedicavallo. Sul luogo è stata inviata una pattuglia dei carabinieri della stazione di Netro, ma all'arrivo dei militari dell'uomo non c'era già più traccia: pochi minuti prima un conoscente era riuscito a convincerlo a dirigersi verso casa.

Poco prima delle 23, una nuova chiamata al 112, questa volta dal 118. F.F., ancora sotto l'effetto dell'alcol, continuava a telefonare al numero dell'emergenza e a insultare gli operatori. Al personale dell'ambulanza giunta davanti a casa sua, però, l'uomo non ha voluto aprire la porta. Sono quindi intervenuti anche i carabinieri del comando di Biella e una squadra di vigili del fuoco, che hanno potuto fare ben poco: essendo comunque in buone condizioni,  l'uomo non è stato trasportato all'ospedale ed è rimasto nella propria abitazione.

Intorno a mezzanotte e mezza il copione si è ripetuto nuovamente, con il ritorno di carabinieri e 118, ma con un epilogo diverso: F.F. alla fine è stato ricoverato.

Tags: ubriaco, 118, carabinieri, Sagliano Micca

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia