Nuovi incontri rivolti ai futuri padri

"Condividiamo con i papà... continua"

L’ASL BI è tra le quindici aziende sanitarie di tutto il Piemonte ad aver vinto il bando di concorso regionale dal titolo “Condividiamo con i papà... continua”.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 20-03-2015 alle ore 00:00:00.
condividiamo-con-i-papa-continua-560fe63f65a473.jpg
"Condividiamo con i papà... continua"

L’ASL BI è tra le quindici aziende sanitarie di tutto il Piemonte ad aver vinto il bando di concorso regionale dal titolo “Condividiamo con i papà... continua”.

Si tratta della prosecuzione di un’iniziativa che la Regione aveva avviato nel 2013, e portato avanti anche nel 2014, per promuovere la fruizione, da parte dei papà, dei congedi parentali previsti dalla Legge 53/2000, normativa che consente di ricevere anche un assegno mensile di 400 euro.

La Regione intende, infatti, diffondere un cambiamento culturale circa l’accudimento dei figli; solitamente sono le mamme a congedarsi temporaneamente dal lavoro per occuparsi dei bambini, mentre il progetto a cui anche l’ASL BI ha aderito, in partnership con il Consorzio Iris, vuole coinvolgere in modo più marcato il papà nel ruolo di genitore e ancorarlo maggiormente alle responsabilità che questo stesso ruolo comporta.

L’impegno dell’Azienda Sanitaria Locale di Biella si è tradotto dunque nell’organizzazione di 10 incontri informativi e di sensibilizzazione rivolti principalmente ai futuri papà, ma anche a chi è già genitore e a chiunque fosse interessato agli argomenti in programma, per parlare del ruolo genitoriale, della possibilità di usufruire del congedo parentale e per divulgare le informazioni sulla normativa a disposizione dei futuri genitori. Gli appuntamenti si svolgono nell’ambito dei “Corsi di accompagnamento alla nascita”.

Presso l’ASL BI, il sesto appuntamento del progetto “Condividiamo con i papà... continua” è in programma mercoledì 25 Marzo, dalle ore 20 alle ore 23, presso la sala convegni del nuovo ospedale. Seguiranno altri appuntamenti, sempre alla stessa ora, fino a metà giugno 2015, nelle seguenti date:

  • 22 aprile 2015;

  • 20 maggio 2015;

  • 10 giugno 2015;

  • un incontro, a data da destinarsi, per recuperare la serata del 26 novembre 2014, che era stata annullata per via del trasferimento dalla vecchia alla nuova sede ospedaliera.

Antonella Tedesco, Dirigente Medico della Direzione Sanitaria dell'Ospedale di Biella e responsabile del progetto, spiega: «Aderendo a “Condividiamo con i papà... continua”, abbiamo ulteriormente rafforzato le attività del gruppo composto da personale sanitario in servizio al Dipartimento Materno-Infantile dell’ASL BI, che oramai, da molti anni, accompagna i futuri genitori attraverso uno dei percorsi più belli della vita, ovvero quella dell’attesa, della nascita e della crescita di un figlio. Ritengo doveroso un plauso ed un ringraziamento alla Regione Piemonte e alle Consigliere di Parità, che, non senza difficoltà, sono riuscite ad organizzare il bando di concorso, consentendo all’Azienda Sanitaria di Biella di parteciparvi e di aiutare i futuri papà a districarsi meglio tra le normative che consentono loro di usufruire di alcuni vantaggi».

Nel corso di ciascun incontro del progetto “Condividiamo con i papà... continua”, Antonella Tedesco si occupa della parte introduttiva per spiegare le specificità dell’iniziativa e le motivazioni che hanno indotto la Regione ad approntarla. La parola passa poi alla Consigliera di Parità della Provincia di Biella, avvocato Alessandra Guarini, che spiega nel dettaglio la normativa che consente ai papà di ottenere il congedo parentale, così come tutta la normativa a disposizione dei futuri genitori. Successivamente, l’educatore professionale Gianluca Bacco parla dell'importanza della presa in carico delle responsabilità da parte del padre, nonché della gestione del rapporto tra madre e padre nel primo anno di vita del bambino. Infine, la pediatra dell’ASL BI, Anna Perona, responsabile della Struttura Semplice Neonatologia dell’Ospedale degli Infermi, presenta le problematiche relative alla gestione del neonato. Fanno parte del gruppo di lavoro anche i collaboratori amministrativi professionali dell’ASL BI, Rita Viale e Barbara Lombardo; la prima si occupa di amministrazione, progettazione e rendicontazione nell’ambito del progetto; la seconda di monitoraggio, promozione e segreteria.

Durante ciascuno incontro vengono distribuiti opuscoli realizzati dalla Regione Piemonte, che contengono una serie di informazioni sull’opportunità per i papà di usufruire del congedo parentale e, al termine di ciascun appuntamento, viene somministrato un questionario di gradimento per verificare l’apprezzamento dell’iniziativa da parte dei partecipanti e darne così riscontro in Regione.

Aderendo all’iniziativa regionale, l’ASL BI dimostra ancora una volta sensibilità ed attenzione al tema della genitorialità, mettendo a disposizione alcuni dei suoi professionisti per divulgare la cultura della maternità e della paternità. L’Azienda Sanitaria non è nuova ad iniziative simili di sostegno alla familiarità ed è sua consuetudine garantire supporto concreto alle innumerevoli attività in ambito sociale, che vengono proposte ed organizzate anche da altre realtà del territorio.

Tags: incontri rivolti ai padri, condividiamo con i papà, asl bi, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia