Intervista a Silvio Belletti, amministratore delegato di Seab

"Con la tariffa puntuale, cresce la differenziata e calano le bollette"

“I dati reali di Cossato confermano l’efficacia della Tariffa Puntuale per la raccolta differenziata dei rifiuti”. E’ soddisfatto dei risultati ottenuti l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, sia in termini di incremento della differenziata

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14-11-2014 alle ore 00:00:00.
con-la-tariffa-puntuale-cresce-la-differenziata-e-calano-le-bollette-560fdae9c4ac33.jpg
Silvio Belletti

 “I dati reali di Cossato confermano l’efficacia della Tariffa Puntuale per la raccolta differenziata dei rifiuti”. E’ soddisfatto dei risultati ottenuti l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, sia in termini di incremento della raccolta differenziata che di riduzioni sulle tariffe per i cittadini e per le aziende.

“Le cifre che abbiamo comunicato di recente all’amministrazione sono basate sui conferimenti reali calcolati fino al 20 ottobre, e dimostrano un incremento importante della differenziata, un calo dell’indifferenziata, con un minor conferimento in discarica di un milione di chili, e soprattutto riduzioni sulle bollette per gran parte dell’utenza”.

Queste verranno confermate anche a fine anno?

“Certo, il trend è ormai ben definito, anzi, qualcuno potrà ulteriormente migliorare la propria posizione, dedicando più attenzione alla raccolta differenziata. I dieci mesi passati hanno dato in questo senso indicazioni ben precise, con una percentuale di differenziata che sfiora il 70%, guadagnando quasi venti punti rispetto al passato e una riduzione delle bollette che tocca il 70% delle famiglie e il 71% delle aziende. Percentuale destinata ad aumentare quando verrà applicata la riduzione a chi ha in famiglia persone che utilizzano i pannoloni. Nel caso di aumento, in gran parte è contenuto, sotto i 50,00 euro l’anno. Gli aumenti più importanti si verificheranno sulle utenze che non fanno la raccolta differenziata”.

Come potranno i cossatesi controllare i propri conferimenti?

“Il numero, la data e l’ora di ogni conferimento possono essere richiesti in qualsiasi momento, telefonicamente o allo sportello, agli addetti Seab. Un’operazione di piena trasparenza possibile soltanto nel caso della Tariffa Puntuale: i dati registrati attraverso il trasponder sistemato sui bidoni o contenuto nei badge permettono infatti un controllo assoluto, a garanzia dell’amministrazione ma anche dei cittadini. Il totale degli svuotamenti effettuati nel 2014 e le eventuali riduzioni per compostaggio o per utilizzo dei pannoloni saranno indicate nella bolletta di saldo, riferita alla parte variabile della Tariffa puntuale, che verrà inviata nei primi mesi del 2015. Quella ricevuta nel mese di ottobre, era riferita alla parte fissa, conteggiata per le utenze domestiche solamente sul numero dei componenti il nucleo familiare e non necessitava di ulteriori dettagli. La fattura di acconto TARIP 2014 contiene e ribadisce altresì tutte le regole importanti introdotte dal nuovo sistema puntuale, prima fra tutte quella di esporre il bidone dell’indifferenziato quando è pieno. Si tratta delle indicazioni riportate più volte nelle informative spedite a tutti i cossatesi già contenute nella bolletta a saldo TARES 2013 e nei volantini consegnati nel settembre 2013.

Dopo Cossato prevede che la Puntuale approderà in altri comuni biellesi?

“Certo, anche se con modalità leggermente diverse. Il sistema delle calotte utilizzato a Cossato e finanziato dalla Regione, non potrà essere replicato: anche senza tale metodo, la Tariffa Puntuale è molto efficace. Su Gaglianico stiamo già lavorando in modo da iniziare la sperimentazione a febbraio 2015 ed il comune di Biella si è dimostrato più volte interessato, così come molti altri comuni. La priorità risulta al momento organizzare adeguatamente il lavoro, non potendo gestire troppe richieste in contemporanea, dando priorità naturalmente ai comuni che per primi confermeranno ufficialmente la scelta verso la tariffa puntuale. Dato molto positivo è che, con tutte le operazioni attualmente in corso, contiamo di portare una ventina di comuni a superare il 60% di raccolta differenziata, per raggiungere complessivamente 32 comuni”.

Scendendo nel dettaglio possiamo quantificare il calo della produzione di rifiuti indifferenziati dopo l’introduzione della puntuale?

“Fin nei dettagli. Dall’inizio dell’applicazione della tariffa puntuale si è passati dal 50,52% al 69,74% di raccolta differenziata al netto dei conferimenti prodotti dal processo di assimilazione all’urbano. Nel prossimo futuro potremo concentrarci sulle singole tipologie di materiale (umido, carta, plastica) adottando campagne “mirate” con l’obbiettivo di migliorare i risultati.

Tags: silvio belletti, intervista, Seab, raccolta differenziata, tariffa puntuale

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia