Polemica

Commerciante contro l’artista di strada: “Rompe i timpani, non datele soldi”

Un esercente di via Italia ha affisso un cartello dai contenuti provocatori. La frustrazione della donna

Stampa Home
Articolo pubblicato il 12-07-2017 alle ore 09:40:01.
Elisa Barbera
Elisa Barbera

«Non faccio nulla di male, non ne ho mai fatto e quindi non capisco come mai tanto accanimento nei miei confronti».

A parlare, anzi meglio, ad esternare la propria frustrazione, è Elisa Barbera, una giovane artista di strada che tutti i giorni si posiziona in via Italia, all’altezza di piazza Santa Marta, e con il proprio flauto propone ai passanti brani di Fabrizio De Andrè e di altri famosi cantautori italiani. Insomma, in teoria nulla di particolare, in realtà il suo è diventato un caso.

 

Qualche giorno fa, un edicolante della stessa via Italia ha affisso nel proprio negozio un foglio con un messaggio molto esplicito nel quale lamentava il fatto che i timpani dei commercianti fossero “rovinati dalla musica”, invitando la ragazza a smettere di suonare e i cittadini a non lasciare l’offerta.

 

Ovviamente l'invito è arrivato ben presto alle orecchie della diretta interessata che con tutta calma si è rivolta all’edicolante, chiedendogli di togliere il foglio. Con scarso successo.

«Mi ha detto - prosegue Elisa nel suo racconto - che non avrebbe assolutamente tolto quel messaggio, certamente di cattivo gusto. Mi ha inoltre dichiarato tutto il proprio dissenso nei confronti della mia musica, dicendomi che non so suonare. Io sono uscita dall’edicola mortificata e dispiaciuta. Non mi ritengo una schiappa, suonare mi piace, non faccio accattonaggio, sono semplicemente un’artista di strada. Purtroppo questo tipo di attività a Biella forse non è molto capita. Ripeto, non faccio nulla di male».

Cosa si può dire. Un po’ di musica non danneggia nessuno, anzi magari migliora l’umore delle persone. Poi se i brani sono di qualità - come ad esempio Bocca di rosa, Via del Campo, Fiume Sand Creek - ancora meglio.

 

Da sempre gli artisti di strada si esibiscono in luoghi pubblici (piazze, zone pedonali, metropolitane). In alcune grandi città, specialmente nel nord Europa, fanno parte integrante del “paesaggio” e sono molto apprezzati. A Biella, invece, a quanto pare, non tutti sono lieti della loro presenza.

 

Mauro Pollotti

 

 

Attualità

  • Dentro alla casa che fu di Aiazzone

    22-08-2017
    Karl Eberhard Alfred  è il nuovo proprietario di villa Reda, è un facoltoso tedesco sulla sessantina. Non vuole parlare di sé,...
  • Questa gattina cerca casa

    22-08-2017
    Si chiama Odolina ed è dolcissima. Si tratta di una gattina di quattro mesi trovata nei pacheggi del supermercato Coop. Curata e pulita attualmente...
  • "Non rispondete alle chiamate con prefisso 081"

    22-08-2017
    Le segnalazioni sono ormai numerose. Accanto alle mail truffa ci sono anche le telefonate che prosciugano il credito sul cellulare. A mettere in guardia...

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia