Tantissimi i giovani che l'hanno frequentata durante le feste

Città Studi, biblioteca presa d'assalto

Giornata record, quella di lunedì per la biblioteca di Città Studi rimasta aperta, come di consueto, per tutto il periodo delle festività natalizie. Un vero e proprio boom di presenze: circa 300 persone

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10-01-2015 alle ore 00:00:00.
citta-studi-biblioteca-presa-dassalto-560fdf7c106593.jpg
Città Studi, biblioteca presa d'assalto

Giornata record, quella di lunedì  per la biblioteca di Città Studi rimasta aperta, come di consueto, per tutto il periodo delle festività natalizie.

Se l’affluenza media è da considerarsi in linea con i dati dello scorso anno (circa 200 accessi giornalieri), un vero e proprio boom di presenze si è registrato invece lo scorso lunedì, quando i locali hanno raggiunto il picco delle 300 presenze. In larga misura si è trattato di studenti in cerca di un ambiente tranquillo dove poter studiare in preparazione dell’imminente sessione di esami: ragazzi biellesi iscritti non solo ai corsi universitari attivi a Biella, ma presso le Università di Torino, Milano, Novara, Pavia e Bologna. Ai 234 studenti che si sono alternati sui banchi delle tre sale che la biblioteca mette a disposizione per studio e lettura, si aggiungono coloro che hanno usufruito della saletta web per collegarsi ad internet e che si sono recati in biblioteca per usufruire di uno dei tanti servizi gratuiti proposti.

I risultati di questi giorni confermano come la biblioteca di Città Studi, che dal 2002 ad oggi ha avuto una crescita costante arrivando a superare quota 10.000 iscritti, sia ormai diventata un punto di riferimento per il territorio. Numerosi i servizi rivolti all’utenza: con una semplice iscrizione gratuita chiunque può accedere al prestito librario, costituito da un patrimonio di oltre 44.000 volumi che spaziano dalla narrativa alla saggistica, senza dimenticare i testi universitari.  Nella sala riviste, inoltre, si possono consultare giornali locali, quotidiani nazionali e circa 40 diverse riviste di settore, dalla tecnologia tessile ai servizi sociali.

Con l’attivazione nel 2012 del servizio Medialibraryonline, la biblioteca è diventata a tutti gli effetti una realtà a portata di clic. È sufficiente, infatti, una semplice iscrizione per accedere gratuitamente ad una serie di servizi disponibili 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. Audiolibri, e-book, video, musica, banche dati e più di 2.000 quotidiani nazionali e internazionali consultabili e scaricabili direttamente sul computer o su un device mobile (tablet, e-book reader e smartphone). La biblioteca consente il prestito digitale di tre e-book al mese, da scegliere tra i 7.500 titoli del catalogo multimediale, per un periodo di 14 giorni, con possibilità di prenotare quelli non disponibili al momento.
Gli appassionati di cinema, infine, possono scegliere all’interno di un’ampia sezione di film in DVD, che conta ben 1.500 titoli disponibili al prestito gratuito. Il catalogo è online sul sito www.biblio.cittastudi.org, in cui sono proposti film, documentari e percorsi a tema, con un occhio d’attenzione alle produzioni locali o legate ad enti e associazioni culturali del territorio.

La biblioteca di Città Studi è aperta a tutti e di libero accesso non solo agli studenti universitari.

Tags: città studi, biblioteca, boom di presenze, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia