E' stato trovato senza vita nella propria abitazione, aveva solo 48 anni

Città sotto choc per la morte del farmacista Nicola Azzellino

Ha scelto di morire nella sua casa di Alice Castello Nicola Azzellino, apprezzato farmacista che un anno e mezzo fa aveva rilevato, insieme alla moglie Stefania Primon, la storica farmacia Gambarova di via Italia, 61, nel quartiere di Riva. Un gesto ina

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17-07-2014 alle ore 00:00:00.
citta-sotto-choc-per-la-morte-del-farmacista-nicola-azzellino-560fca86cc6603.jpg
Nicola Azzellino

Ha scelto di morire nella sua casa di Alice Castello Nicola Azzellino, apprezzato farmacista che  un anno e mezzo fa aveva  rilevato, insieme alla moglie Stefania Primon, la storica farmacia Gambarova di via Italia, 61, nel quartiere di Riva. Un gesto inaspettato che ha lasciato sconcertati e increduli quanti lo hanno conosciuto. Azzellino, infatti, era una persona estremamente solare e aperta, apparentemente felice e senza problemi. Il suo corpo, ormai senza vita è stato trovato lunedì sera verso le 20,30. Inutili i soccorsi.

L'uomo, che avrebbe compiuto 49 anni il prossimo mese di agosto, appartiene ad una  famiglia stimata e molto conosciuta. Il fratello minore Maurizio, infatti, è titolare della farmacia di via Rosselli a Biella, la sorella Sabina, di professione avvocato, ha lo studio in via Losana mentre la mamma è un dirigente dell'Asl di Biella. Originario della Sicilia, Nicola Azzellino ha frequentato il liceo Scientifico e l'università a Palermo. Nel 1993 ha conseguito l'abilitazione alla professione. Ha lavorato un paio d'anni nella farmacia Comunale di Santhià, quindi si è spostato a Borgo D'Ale, nella farmacia della dottoressa Anna Maria Ferretti. Un'esperienza lunga e importante questa, durata circa 20 anni. Poi il desiderio di mettersi in proprio e iniziare una nuova avventura. L'occasione è arrivata quando i titolari della farmacia Gambarova hanno cessato l'attività circa un anno e mezzo fa.

“Ricordo benissimo quel periodo – spiega la dottoressa Ferretti – e quel suo entusiasmo coinvolgente nell'intraprendere la nuova esperienza. Gli anni in cui ha lavorato qui da noi sono stati felici. Era una persona davvero bella con cui era piacevole lavorare. Sempre di buon umore, affrontava le giornate con la voglia di fare tipica di chi ha una grande passione.
“Ancora non riesco a comprendere come sia accaduto un dramma simile – afferma con le lacrime agli occhi -. Come possa non aver avuto la forza di parlare e di confidarsi con qualcuno, lui che era così aperto con le persone e che non si scoraggiava mai di fronte alle difficoltà. Quale sia stato il problema che lo ha spinto a un gesto estremo. Ci siamo sentiti non più tardi di dieci giorni fa. Era sereno, come sempre. Davvero stento a credere che Nicola non sia più tra noi. Per me è stato come un fratello, ci mancherà moltissimo”.

Stupore misto a tristezza e incredulità anche per Paolo Robazza, consigliere comunale nonché presidente dell'ente manifestazioni Riva. “Ho appreso la notizia da pochi minuti – afferma -. Stento a credere che sia vera. L'ho incontrato pochi giorni fa e ci siamo ripromessi di trovarci intorno ad una birra durante una delle serate di festa in Riva. Stava bene e come sempre era sorridente e allegro. Amava molto la zona dove lavorava ed era contento della scelta di aver rilevato la storica farmacia del quartiere. Da qualche tempo a questa parte aveva iniziato a collaborare alle nostre manifestazioni, era sempre molto disponibile e propositivo. Per tutti noi è una perdita grande”.

Il funerale verrà celebrato questa mattina alle 10 nella chiesa di Alice Castello.

e.f.

Tags: nicola azzellino, morte, lutto, senza vita in casa, farmacista, biella

Articoli dello Stesso Argomento

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 07-01-2017
Biella: minori ubriachi danneggiano le auto in sosta 3 Tre ragazzini sono stati denunciati dalla Polizia per danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale, dopo essere stati sorpresi ubriachi da una pattuglia...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia