Antonella Buscaglia (M5S) ha raccolto i timori della gente

“Cartelli minacciosi per la differenziata”

Tiene sempre più banco negli ultimi giorni la questione del giro di vite deciso dal Comune di Biella per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 14-01-2015 alle ore 00:00:00.
cartelli-minacciosi-per-la-differenziata-560fdfb75b2693.jpg
Uno degli avvisi "minacciosi" apparsi nei condomini

Tiene sempre più banco negli ultimi giorni la questione del giro di vite deciso dal Comune di Biella per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti. L’assessore all’Ambiente Diego Presa, ha spiegato che per raggiungere l’obiettivo minimo fissato dalla legge al 65% c’è ancora un bel po’ di strada da fare.

I tempi stringono ed è necessario migliorare la raccolta se non si vuole incappare nelle multe stabilite dall’Unione Europea. Parola d’ordine, quindi, è “più controlli e più sanzioni”. E così cresce la preoccupazione tra la gente.

Questa volta a raccogliere i timori è Antonella Buscaglia del M5S. “Alcuni cittadini, da settimane, lamentano il fatto che si siano appesi dei cartelli minacciosi alle porte dei loro ascensori condominiali - spiega l’esponente penta stellata - Le poco velate minacce annunciano multe per chi non effettua nel modo corretto la raccolta differenziata”.

E così Buscaglia rivolge alcune domande all’assessore Presa per cercare di fare luce su alcuni punti ancora poco chiari. “ Come si fa a riconoscere in un condominio la famiglia che non effettua correttamente la raccolta differenziata se la raccolta è cumulativa? “.

E ancora “In mancanza di raccolta porta a porta, anche le persone che, con estrema puntualità e precisione, effettuano la raccolta saranno multate?”. La preoccupazione della gente è anche quella di sapere l’importo delle  ammende. Inoltre si chiedono se non sia “ l'ennesima punizione per le persone oneste e il continuo farla franca di chi ignora l'indispensabile necessità di raccogliere i rifiuti in modo differenziato”. L’ultimo interrogativo, inoltre, è questo “Prima di parlare di sanzioni non sarebbe meglio attuare punti fondamentali per raggiungere la raccolta porta a porta spinta?”

“Una struttura resistente e dinamica  - aggiunge Buscaglia - si costruisce partendo dalle fondamenta altrimenti la struttura crolla con tutti i costi umani ed economici che ne derivano scaricati sulla collettività. I cittadini ne hanno le scatole piene di essere puniti senza responsabilità solo perchè chi dovrebbe costruire la struttura non è in grado di farlo. Con la repressione e la punizione si ottiene solo l'esatto contrario....vogliamo arrivarci a questo 65% di differenziata come avete promesso in campagna elettorale e come impone la comunità europea?”.

Tags: raccolta differenziata, multe, Antonella Buscaglia, diego presa

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia