Il maresciallo per 10 anni ha guidato la stazione dell'Arma cittadina

Biella piange Giuseppe Petretto, ex comandante dei carabinieri

Circondato dall’affetto dei suoi familiari, è mancato Giuseppe Petretto, 89 anni, ex comandante della stazione dei carabinieri di Biella.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02-03-2015 alle ore 00:00:00.
biella-piange-giuseppe-petretto-ex-comandante-dei-carabinieri-560fe543379aa3.jpg
Giuseppe Petretto

Circondato dall’affetto dei suoi familiari, è mancato Giuseppe Petretto, 89 anni, ex comandante della stazione dei carabinieri di Biella.

Il funerale sarà celebrato domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Chiavazza, la salma sarà tumulata nel cimitero del quartiere, accanto alla moglie Maria Sogos, scomparsa un anno fa. Il Rosario, invece, sarà recitato stasera alle 17 nella cappella della casa di riposo Oasi di Chiavazza.

Petretto lascia i figli Vanni, Pina, Marina, Donatella, Sandro e Loretta e gli adorati nipoti, oltre alla sorella Amelia.

"Nato a Giave (Sassari), nel 1926 - racconta Battista Saiu su www.sunuraghe.it -, ancora giovanissimo, nel 1944, Giuseppe entra nell’Arma dei Carabinieri per essere assegnato al comando delle stazioni di Nuragugume, Dualchi, San Gavino Monreale. Attraversato il mare, si trasferisce nelle Marche, a San Lorenzo in Campo, in provincia di Pesaro. Nell’agosto del 1970, il definitivo trasferimento, a comandare l’importante Stazione dei Carabinieri di Biella, per dieci anni, fino alla pensione, dopo essere stato onorato delle insegne di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana e la Medaglia d’Oro per lungo comando".

"Ai piedi del Mucrone - sottolinea il presidente del circolo culturale sardo -, il maresciallo Petretto si è circondato di amorevole rispetto per serietà, capacità e umanità profuse nello svolgimento dei suoi compiti, lodate da ufficiali e subalterni. Uomo che ha saputo trasmettere valori a figli e nipoti; la sua figura integerrima è ancora oggi ricordata".

Una volta in pensione, Petretto decise di fermarsi nel Biellese nonostante l'amore per la sua isola.
"Nostalgicamente legato alla terra di origine - ricorda Saiu -, da sempre seguiva le mitiche vicende della squadra di Gigi Riva e di Gianfranco Zola. La domenica, con l’orecchio incollato per la radiocronaca diretta, dalla finestra di casa con vista sui campi di calcio, osservava i ragazzi giocare. Passione che non lo ha mai abbandonato, rimanendo davanti alla televisione a seguire il suo “Cagliari”, fino agli ultimi giorni. Con gli amici e coi figli era solito dire: “Unu carru e a bidda”, a significare la volontà di ritornare a trascorrere il resto della sua vita in Sardegna: ma l’amore per i figli e i tanti nipoti l’ha ancorato a Biella".

Tags: giuseppe petretto, biella, carabinieri, lutto

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

  • Una serata per single

    19-11-2017
    Sull'onda del successo della scorsa edizione, torna anche quest'anno la serata open “Single Senza Tempo”. Organizzata dal rinomato locale...
  • Una domenica con tantissime cose da fare

    19-11-2017
    Arte al Centro 2017 fino al 31 dicembre 2017 - Mostre - Orario: 18,30 Cittadellarte, Via Serralunga 27 Biella Una rassegna di mostre, incontri e seminari...
  • Un sabato con tantissime cose da fare

    18-11-2017
    Arte al Centro 2017 fino al 31 dicembre 2017 - Mostre - Orario: 18,30 Cittadellarte, Via Serralunga 27 Biella Una rassegna di mostre, incontri e seminari...

Salute e Green

Post Del 13-09-2017
Sorpreso in auto con droga, non aveva patente, assicurazione e revisione 3 Sorpreso alla guida di un'autovettura in possesso di un piccolo quantitativo di droga, a seguito degli accertamenti da parte degli agenti della Questura...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia