Con il 48% di imprese virtuose, si posiziona al primo posto nella classifica regionale

Biella è la provincia più puntuale nei pagamenti

Biella la provincia piemontese più puntuale nei pagamenti. Nel primo trimestre 2015 il 48% delle imprese di Biella ha saldato puntualmente le fatture ai fornitori, il 43,7% ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati, l’8,3

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28-04-2015 alle ore 00:00:00.
biella-e-la-provincia-piu-puntuale-nei-pagamenti-560feaf7a6a183.jpg
Marco Preti, amministratore delegato di Cribis D&B

Biella la provincia piemontese più puntuale nei pagamenti.  Nel primo trimestre 2015 il 48% delle imprese di Biella ha saldato puntualmente le fatture ai fornitori, il 43,7% ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati, l’8,3% oltre i 30 giorni. Una performance migliore sia della media regionale (39,4% di pagamenti puntuali) sia di quella nazionale (36,3%), che vale alla provincia il primato in Piemonte quanto a puntualità nei pagamenti commerciali. Si segnala però il peggioramento dei ritardi gravi, passati in 5 anni dal 3% del 2010 all’8,3% attuale.

È quanto emerge dallo Studio Pagamenti realizzato da CRIBIS D&B, la società del Gruppo CRIF specializzata nelle business information, che ha analizzato i comportamenti di pagamento delle imprese piemontesi nel primo trimestre 2015.

Con una percentuale del 48% di imprese virtuose, Biella si posiziona al primo posto nella classifica delle imprese più puntuali della regione. Seguono Verbano Cusio Ossola (46,6%), Novara (46,4%), Vercelli (44,5%), Cuneo (43,1%), Asti (40,8%), Alessandria (38,4%). Chiude la classifica Torino, con solo il 34,7% di pagamenti alla scadenza a fronte di un 12,8% di ritardi gravi.

Nella media regionale nel primo trimestre dell’anno in corso il 39,4% delle imprese piemontesi ha saldato puntualmente le fatture ai propri fornitori, mentre il 49,8% ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati e il 10,8% con un ritardo oltre i 30 giorni. Il Piemonte mostra una performance di pagamento superiore alla media italiana (36,7% di imprese puntuali, 15,7% di imprese oltre i 30 giorni di ritardo), ma inferiore a a quella del Nord Ovest del Paese (43% di imprese puntuali, 10,2% oltre i 30 giorni di ritardo).

Una situazione in cui si segnala la preoccupante crescita dei ritardi oltre i 30 giorni dai termini concordati, che dal 2010 ad oggi in Piemonte hanno conosciuto un incremento del 157,1%. Nel contempo, appaiono in calo del 12,5% le imprese con ritardi entro 30 giorni dalla scadenza e in crescita dell'1,3% i buoni pagatori. In sintesi, a fronte di un lieve aumento della puntualità, in questi ultimi anni sono aumentate notevolmente le imprese con gravi ritardi nei pagamenti commerciali.

“Il Piemonte mostra performance di pagamento superiori alla media Italiana e dinamiche in linea con quelle rilevate a livello nazionale: la crescita dei ritardi gravi che aveva caratterizzato gli scorsi anni si è fermata, ma non dobbiamo aspettarci che torni ai livelli pre-crisi”, commenta Marco Preti, amministratore delegato CRIBIS D&B. “Durante la crisi le aziende hanno vissuto un forte cambiamento nella gestione dei pagamenti e del credito commerciale e ora è possibile tirare le somme di questo nuovo contesto. Da un lato, le aziende operano oggi in un ambiente più complesso e rischioso rispetto al passato: fallimenti più frequenti, maggiore volatilità dell’affidabilità delle controparti, forte rischio di ritardi e insoluti anche dai clienti storici più fidelizzati. Dall’altro, hanno imparato a gestire meglio il credito commerciale, rendendolo un elemento centrale della gestione della clientela”.

Tags: puntualità pagamenti, biella, aziende biellesi

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia