Senso Vietato, la rubrica di Paolo Mander

Biella, ci sono anche buone notizie

In questa città confusa e rassegnata, tanto incapace di azioni sinergiche quanto facile preda di avventurieri ambulanti, come i mercati europei con salamelle fritte d’importazione, temporary store e commerci tuttologici con gli occhi a mandorla (tutti nat

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03-09-2015 alle ore 07:59:56.
biella-ci-sono-anche-buone-notizie-560ff3cae1fbf3.jpg
Paolo Mander

In questa città confusa e rassegnata, tanto incapace di azioni sinergiche quanto facile preda di avventurieri ambulanti, come i mercati europei con salamelle fritte d’importazione, temporary store e commerci tuttologici con gli occhi a mandorla (tutti nati con l’unico scopo di far uscire dalle nostre tasche quattrini e trasferirli altrove) vogliamo dare, in controtendenza, una buona notizia. Biella sarà presente ad EXPO 2015, nel padiglione di Federalimentare, l’11 settembre (incrociamo le dita…) prossimo venturo. All’interno di una interessante iniziativa denominata “Cibus è Italia”,  alla quale la locale CCIAA ha opportunamente aderito, il Biellese presenterà infatti i suoi prodotti alimentari partendo dal riso e passando per altre specialità e che, pare, saranno sottoposti all’“assaggio” della stampa nazionale: paletta, toma, vini, canestrelli.

Accompagnati dalla promozione di aspetti storico/culturali del territorio.  Curiosamente, ad onta dell’impietoso confronto risicolo/numerico con Vercelli (saranno 19 i produttori vercellesi contro uno solo biellese), la nostra provincia vanta una quotata DOP, il “Riso della Baraggia”. La notizia avrebbe forse meritato maggior diffusione, ma noi speriamo che la stampa nazionale presente all’evento dia il suo contributo alla visibilità esterna che oggi manca alla nostra Provincia, apprezzandone i prodotti e parlando un po’ di noi.

Aspettiamo con curiosità altre iniziative legate al food, che pare stiano nascendo, con l’obiettivo, ci auguriamo, di far uscire merci biellesi e far entrare denaro fresco.

E chissà che il turismo eno-gastronomico non possa diventare una risorsa; una sorta di profezia che si autoavvera: dal cachemire al riso; dal pelo della pecora ai prodotti del suo latte; passando per la paletta con un buon bicchiere di Lessona e concludendo con un wafer al cioccolato DOP."

Paolo Mander

Tags: senso vietato, rubrica paolo mander, paolo mander

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia