Una nuova innovativa funzione di sicurezza

Arriva la carta di pagamento che si mette "in pausa" dallo smartphone

Arriva la prima carta di pagamento che si mette in pausa dallo smartphone quando non si usa e si riattiva in qualsiasi momento.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 21-07-2015 alle ore 15:07:18.
arriva-la-carta-di-pagamento-che-si-mette-in-pausa-dallo-smartphone-560ff0e6b20fa3.jpg
Arriva la carta di pagamento che si mette "in pausa" dallo smartphone

Arriva la prima carta di pagamento che si mette in pausa dallo smartphone quando non si usa e si riattiva in qualsiasi momento. Durante un viaggio, un periodo di vacanza, in posti che non si conoscono o in qualsiasi altra circostanza in cui si pensa di non dover usare la propria carta, infatti, si può attivare l'apposita funzione dell'applicazione che disabilita tutte le funzioni di prelievo contanti o di pagamento online e nei negozi fisici.

A lanciare questa innovativa funzione è il Gruppo Banca Sella, attraverso Hype, la soluzione di light banking recentemente messa a punto dalla banca, che consente di gestire direttamente da un'app sullo smartphone una carta prepagata fisica e virtuale.

La possibilità di disabilitare momentaneamente alcune funzioni della carta contribuisce a renderla ancora più sicura. Oltre a poterla attivare e disattivare in qualsiasi momento per le più diverse esigenze, infatti, la funzione di messa in pausa della carta è utile anche in caso di furto o smarrimento in quanto consente di renderla immediatamente non più utilizzabile dal proprio smartphone, senza alcuna procedura burocratica. Inoltre, qualora la carta dovesse essere ritrovata, si può immediatamente ricominciare a utilizzarla senza dover attendere l'arrivo di una nuova carta dopo averla bloccata. 

Dall’app di Hype, infatti, basta visualizzare l’immagine della carta prepagata e con un semplice “tap” sullo schermo del telefono scegliere di mettere in pausa la carta per qualsiasi utilizzo o se limitare temporaneamente gli acquisti online, quelli nei negozi fisici o disattivare il prelievo di contanti tramite bancomat. Per riattivare la carta basta un semplice tocco sullo schermo del telefono e questa diventa nuovamente, immediatamente, attiva. 

Hype è la soluzione di light banking del Gruppo Banca Sella che trasforma lo smartphone in un conto di moneta elettronica e consente di fare velocemente e facilmente tutte le principali operazioni bancarie. Dopo la registrazione, che avviene in pochi minuti con un selfie e la foto di un documento di riconoscimento, si riceve subito un iban e una carta di pagamento per i propri acquisti sia online che nei negozi fisici. Tramite l’app scaricata sul proprio telefono cellulare è possibile trasferire somme di denaro ai contatti della propria rubrica con un messaggio e pianificare dei propri obiettivi di risparmio e di spesa. Hype è anche un wallet, con il quale si possono registrare fino a cinque carte di pagamento di qualsiasi banca, oltre a quella già integrata di Hype, con cui fare acquisti online, ma anche pagare le bollette delle utenze o acquistare i biglietti degli autobus.

Tags: gruppo banca sella, hype, carta di pagamento in pausa, carta prepagata

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia