L'ex presidente rossoblu oggi è il numero 1 dei torinesi che sfideranno Biella

Antonio Forni: «Buon derby a tutti»

L’ambiente del Forum Antonio Forni lo conosce bene. Del resto dal 2008 al 2012 è stato una delle anime di Pallacanestro Biella. Ma ora, da ormai quasi due stagioni, è sbarcato a Torino, e da presidente della Pms, arriverà in città per guidare la “sua” Man

Stampa Home
Articolo pubblicato il 29-04-2014 alle ore 00:00:00.
antonio-forni-buon-derby-a-tutti-560fabd88d2f73.jpg
Antonio Forni ai tempi di Biella

L’ambiente del Forum lo conosce bene. Del resto dal 2008 al 2012 è stato una delle anime di Pallacanestro Biella. Ma ora, da ormai quasi due stagioni, è sbarcato a Torino, e da presidente della Pms (dopo essere stato il numero uno degli uffici di via XX Settembre dal 2010 al 2012), arriverà in città per guidare la “sua” Manital all’assalto dell’Angelico.

Un derby tanto atteso e una sfida di grande fascino quella che scatterà domenica per il primo turno dei play-off di Lega Gold. E chi meglio del notaio Antonio Forni potrebbe presentare questo emozionante match...

Allora, presidente Forni, che effetto le farà affrontare Biella ai play-off?

«Sinceramente avrei preferito un’altra avversaria. Ci sarà sicuramente l’antagonismo tipico di ogni competizione, che per chi ha vissuto dall’altra parte può generare qualche disagio interiore, ma poi tornerà il clima di armonia tra persone e società che hanno il denominatore comune della passione per la pallacanestro e collaborano per la crescita del movimento cestistico piemontese».

Come sta oggi la Pms dopo le polemiche delle settimane passate tra patron Terzolo e coach Pillastrini e tra la “stella” Mancinelli e lo stesso allenatore?

«Siamo un gruppo unito e coeso. Qualche tensione è fisiologica in una stagione densa di infortuni, ma ormai è acqua passata».

La più grossa sorpresa della stagione dell’Angelico?

«Direi la coppia di americani (ovviamente Alan Voskuil e Damian Hollis, ndr). Perché dai giovani talenti nostrani ci aspettavamo già una bella stagione, ma i dirigenti biellesi sono stati bravi nella scelta degli stranieri».

E invece quale è stata la sorpresa della stagione della Manital?

«Aver scoperto la semplicità d’animo e la disponibilità di top player conosciuti sinora solo di fama. Ma soprattutto il pubblico. Superare quota 5mila presenze sugli spalti ed esaurire i biglietti già in prevendita è stata sicuramente una bella sorpresa».

Un giudizio sulla stagione di Pallacanestro Biella?

«Ottima. In linea con il suo passato e degna della sua lunga tradizione».

A suo avviso, quale è la grande favorita per la vittoria dei play-off e dunque per la promozione nella massima serie?

«Risposta obbligata: Torino. Non per presunzione, ma per la consapevolezza di essere sulla carta la squadra più forte, che solo prendendo fiducia e coscienza delle proprie potenzialità potrà essere vincente sul campo».

Il giocatore che potrebbe risultare decisivo, tanto da una parte quanto dall’altra?

«Non vorrei dire una banalità, ma nella pallacanestro vince sempre il gruppo. E sarà così anche nei play-off. Tuttavia potrebbero incidere per Biella la percentuale al tiro di Voskuil e per Torino il ritorno in piena forma di Mancinelli».

Un pronostico secco alla viglia della serie Angelico Biella-Manital Torino?

«Passeremo noi. Ma non sarà facile. Vorrei solo rivolgere, se mi è concesso, un affettuoso saluto alla tifoseria di Biella. Buon derby a tutti».

Andrea Rossetti


Tags: antonio forni, angelico biella, manital torino, play-off, Lega gold, biella-torino

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia