Scontro al vertice

Angelico in trasferta a Brescia

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10-11-2013 alle ore 09:14:49.
angelico-in-trasferta-a-brescia-560fa71ea1f383.jpg
Alan Voskuil

E chi lo avrebbe mai detto che Centrale del Latte-Angelico sarebbe stata una autentica partitissima.
Quando lo scorso agosto sono usciti i calendari del nuovo campionato di Lega Gold in pochi, forse nessuno, avrebbe scommesso che il match della settima giornata di regular season avrebbe visto sfidarsi due delle quattro compagini che attualmente si dividono la vetta della classifica. Che Brescia fosse una autentica corazzata, del calibro di Torino oppure Capo d’Orlando tutti erano concordi, ma che anche Biella avrebbe potuto dire la sua era più una speranza che altro. E invece…
Invece la Leonessa biancoazzurra e  i rossoblu sono appaiati al vertice (insieme a Veroli e Trento). Una notevole quantità di carne al fuoco dunque in vista del big-match di domani al PalaSanFilippo (palla a due alle ormai tradizionali 18).
Una partita tra due formazioni in striscia positiva, con l’Angelico che cavalca un filotto di addirittura cinque successi di fila, mentre la Centrale del Latte, dopo il tris di vittorie iniziali, ha perso un po’ a sorpresa sul parquet di Veroli (curiosamente l’unica squadra che ha battuto i biellesi, all’esordio stagionale al Forum), ma poi ha ripreso sicura la propria marcia, battendo d’autorità Jesi e Trieste.
Roster alla mano, la compagine bresciana allenata da Alberto Martelossi potrebbe con tutta probabilità non sfigurare nemmeno al piano di sopra. Tanto talento ed altrettanta esperienza in elementi come Tamar Slay, Fabio Di Bella, Justin Ray Giddens e Robert Fultz, elementi in grado di cambiare il volto a un incontro con le proprie giocate. Dall’altra parte, però, l’ambiente biellese è galvanizzato dalla partenza lanciata di un gruppo che giocoforza ha ancora ampi margini di miglioramento e che settimana dopo settimana, domenica dopo domenica ha dimostrato di saper vincere le partite con la qualità e pure con la testa, in barba alla carta d’identità di molti suoi protagonisti. Il pronostico vede forse favorita la squadra di casa, non fosse che per il curriculum dei suoi giocatori appunto e per il fattore campo, ma un colpaccio esterno non è assolutamente da escludere a priori. I rossoblu hanno già sorpreso tante volte in appena sei giornate e pertanto potrebbero farlo ancora. Del resto, il fatto di scendere sul parquet senza alcuna pressione, con la mente sgombra, potrebbe rappresentare un vantaggio non di poco conto.
Tre saranno gli ex in campo oggi. Nella Centrale del Latte giocano infatti il già citato Di Bella, che ha indossato la casacca dell’allora Lauretana dal 2002 al 2005 - essendone anche il capitano nel corso dell’ultima annata, quella coincisa con la salvezza all’ultima giornata a Bologna, sponda Fortitudo, a spese della Viola Reggio Calabria -, e Gino Cuccarolo, in maglia Angelico nella seconda metà della stagione 2010/2011. Uno dei “ragazzi terribili” dell’Angelico è invece Eric Lombardi, che dopo aver esordito tra i professionisti proprio a Biella, ha giocato lo scorso campionato a Brescia, perdendo la finale play-off contro Pistoia, prima di fare nuovamente ritorno all’ombra del Mucrone.
«Sarà una partita molto interessante - è l’analisi dellimmediata vigilia di coach Fabio Corbani -, che vedrà affrontarsi due squadre in grande fiducia. Entrambe stanno attraversando un ottimo periodo di forma e tutte e due vorranno dunque conservare la testa della classifica. Brescia, dopo una stagione molto positiva che l’ha vista sfiorare la promozione in A, è una squadra costruita per puntare in alto, con italiani esperti come Fultz e Di Bella e due americani di grande talento come Slay e la rivelazione dello scorso campionato Giddens. Dal canto nostro, affronteremo questa trasferta con lo spirito giusto, cercando di cavalcare l’entusiasmo che si è creato nel gruppo e non avendo nulla da perdere».
«Abbiamo il massimo rispetto per la forza dei nostri avversari - conclude l’allenatore biellese -, ma allo stesso tempo abbiamo la consapevolezza di potercela e ovviamente di volercela giocare alla pari fino alla fine».
 

Tags: Andrea Rossetti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 13-09-2017
Sorpreso in auto con droga, non aveva patente, assicurazione e revisione 3 Sorpreso alla guida di un'autovettura in possesso di un piccolo quantitativo di droga, a seguito degli accertamenti da parte degli agenti della Questura...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 19-03-2017
Sono giorni che le cronache raccontano della recente visita del capo della Lega a Napoli e del corteo che ha attraversato la città con una coda...
Post Del 28-12-2016
Lele Ghisio Quanto siamo buoni in vista dell’imminente Natale (che sì, per alcuni è anche minaccia imminente nel campo delle emozioni e del traffico...

Rubriche della provincia