I rossoblù dominano il fanalino di coda nell'ultima gara del girone di andata

Angelico in scioltezza sul campo di Veroli

Ultima di andata della stagione regolare 2014/2015 del campionato di serie A2 Gold.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 04-01-2015 alle ore 00:00:00.
angelico-in-scioltezza-sul-campo-di-veroli-560fdea91f67a3.jpg
Biella vuole chiudere il girone di andata nel migliore dei modi

Si chiude sul parquet del fanalino di coda Veroli il girone di andata dell'Angelico.

Biella è chiamata ad affrontare una partita "strana", contro una squadra che al momento è l'ultima della classe e che in settimana ha cambiato completamente volto, chiaro segnale della situazione assurda nella quale versa attualmente il secondo campionato italiano.

I rossoblù prendono subito in mano il pallino delle operazioni e dopo nemmeno cinque minuti di gioco, trascinati dai 9 punti di Voskuil, hanno già raggiunto un vantaggio decisamente rassicurante sul punteggio di 17-3. Nonostante i tentativi dell'ultimo arrivato Radic (8 punti per lui quando manca un minuto alla fine del primo quarto), gli ospiti continuano la propria marcia, praticamente senza voltarsi indietro. Il "solito" Voskuil infila cinque-triple-cinque su altrettanti tentativi in nemmeno nove minuti (è a quota 17 al primo intervallo) e il tabellone si scopre impietoso per i padroni di casa: 33-16 e gara che pare già in archivio. Ma restano ancora da disputare ben tre quarti.

L'avvio di seconda frazione premia Veroli, che piazza un break di 6-0 e prova a tornare in partita, spinta forse più dall'orgoglio che da altro (del resto questa squadra si allena insieme da pochissimo tempo), orgoglio che permette ai giocatori giallorossi di fare la voce grossa a rimbalzo d'attacco. Ma è solo un attimo. L'Angelico tenta un nuovo allungo (42-26 al 16'). E' sempre Radic, probabilmente il giocatore di maggiore esperienza e peso specifico del roster a disposizione di coach "Lupo" Rossini, a cercare di tenere Veroli in linea di galleggiamento, coadiuvato da un buon Matthew Shaw. E tutto sommato sembra riuscire nella missione, i padroni di casa non crollano infatti e grazie ancora a una forte presenza sotto i tabelloni riescono a conservare uno svantaggio accettabile, intorno ai 15 punti. Nel finale di primo tempo sale di tono anche Laquintana, che raggiunge la doppia cifra. E' però la formazione di casa ad aggiudicarsi il parziale, le due squadre rientrano così negli spogliatoi per l'intervallo lungo sul punteggio di Veroli 38-Biella 51.

Coach Corbani deve aver suonato la carica durante la pausa, perchè l'Angelico torna sul parquet del palasport "Città di Frosinone" con un piglio decisamente più autoritario rispetto a quello con il quale ha chiuso il primo tempo e verso la metà della terza frazione si trova ormai a un passo dal "ventello" di margine (63-44 al 24'30"), ora che anche Raymond raggiunge la doppia cifra. La progressione rossoblù è veemente, spinta da un incredibile 50% da oltre l'arco (16/32 con Voskuil già a quota 8) al 27' (48-75 il risultato). L'intensità di Biella è notevolmente aumentata sotto i tabellone, dove Veroli non riesce più a catturare rimbalzi comodi (e infatti gli ospiti operano il sorpasso nella statistiche dedicata a questo fondamentale). A chiudere il terzo periodo è Lombardi, pure lui in doppia cifra, quando il tabellone segna 55-77 per capitan Infante e compagni.

L'ultimo quarto si apre con la doppia-doppia raggiunta da un BJ Raymond che come spesso accade cresce con il passare dei minuti. Il vantaggio rossoblù si allarga ancora sino a "flirtare" con i 30 punti, mentre Voskuil parrebbe voler attentare al record i 12 triple realizzate in una partite, da lui stesso firmato lo scorso anno al Forum contro Jesi. Quando mancano poco meno di quattro minuti alla sirena conclusiva, il numero 20 biellese è a quota 9. Intanto l'Angelico tocca quota 100 punti (a 65) con Berti al 37'30". Ancora Lombardi grande protagonista nel finale.

La partita termina dunque con Biella che si aggiudica in scioltezza i due punti e chiude il girone di andata con un bilancio - estremamente positivo - di otto vittorie. Angelico batte Veroli 107-69.

Tags: angelico pallacanestro biella, basket veroli, serie a2 gold, 15esima giornata, ultima di andata

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia