Angelico Biella, la settimana più difficile

Allenamenti a porte chiuse per la squadra di coach Michele Carrea. Domani sfida contro i leoncelli di Derthona

Stampa Home
Articolo pubblicato il 19-12-2015 alle ore 19:02:37.

Allenamenti a porte chiuse per Angelico Pallacanestro Biella. Dopo le dichiarazioni dei vertici, e le critiche della tifoseria la squadra è tornata ad allenarsi in palestra, ma si è scelto di effettuare allenamenti senza pubblico per dare al gruppo la possibilità di trovare da solo la giusta concentrazione senza subire pressioni.

Ci sono musi lunghi per l'ultimo posto, ma anche per la prestazione dei giocatori. Ci si attendeva molto da alcuni elementi che invece non stanno lasciando il segno. In tanti a parole hanno cercato di dare uno scossone all'ambiente, c'è paura di vedere una nuova retrocessione che potrebbe rompere il “giocattolo” Pallacanestro Biella.

Ma adesso è solo il momento di pensare alla sfida contro il Derthona Basket, squadra di certo non facile da affrontare sulla carta e soprattutto in buona forma. Ma in questo caso i valori in campo non contano, si spera soprattutto di vedere una risposta di carattere sul campo. Giovedì in conferenza stampa la parola è passato a coach Michele Carrea in vista del derby contro Derthona, palla a due alle 20 al Biella Forum. E' stata una settimana davvero tosta per i rossoblù che arrivavano da una sconfitta e da un ultimo posto che sta pesando come un macigno. La sfuriata sui giornali e sui social network del vice presidente Francesco Montoro non è passata inosservata. Si è lavorato molto e domani contro Derthona l'occasione è ghiotta, anche se i leoncelli in classifica sono decisamente in avanti. C'è però il ritorno di Simone Pierich, un elemento che è mancato troppo ad Angelico Biella in questo momento. Ma Carrea potrebbe tenerlo subito in panchina. Il quintetto iniziale potrebbe prevedere Infante, Hall, De Vico, Ferguson e Dvenuto. Tortona risponderà con Garri, Brooks, Marks, Reati e Spissu. Come detto ai taccuini giovedì si è presentatoCarrea che ha parlato a tutto campo.

«L'allenamento a porte chiuse? Avevamo bisogno di focalizzare le energie – ha spiegato -. Non si può dire che i “rumors” che arrivano all'esterno non abbiamo toccato i giocatori». Ma Carrea ha voluto dire la sua anche sulle critiche: «Le persone si valutano per come sanno rialzarsi».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia