Alle 18 i rossoblù ospitano al Forum la Givova Scafati

Angelico, arriva la capolista

Coach Carrea: «Partita difficile, sarà una stagione da lacrime e sangue»

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06-12-2015 alle ore 16:02:59.
Angelico, arriva la capolista 3
Tra meno di due ore il via al Forum

«Una stagione di lacrime e sangue, da settembre a maggio». Non usa assolutamente mezzi termini Michele Carrea alla vigilia della sfida tra la “sua” Angelico e Scafati.

Tra meno di due ore, infatti, i rossoblù ospiteranno al Forum (palla a due alle 18) la Givova capolista, una autentica corazzata che non ha quasi bisogno di presentazioni. Basta dare una rapida occhiata alla classifica: i salernitani, ad oggi, sono davanti alle varie Ferentino, Agrigento e Casale - forse le principali candidate, alla vigilia, a lottare per la promozione proprio insieme a Scafati - e viaggiano a ritmo spedito. Talento ed esperienza non mancano e soprattutto, numeri alla mano, non manca la necessaria dose di fiducia che permette di rendere al massimo.

Per Biella sarà dunque una partita estremamente difficile, ma è doveroso in primo luogo ricordare come all'ombra del Mucrone abbiano già dovuto cedere il passo formazioni del calibro della stessa Ferentino e di Agropoli. E se è vero il detto “non c'è due senza tre”...

Certo è che servirà la cosiddetta “partita perfetta” per spuntarla, anche perché - è noto - l'Angelico dovrà rinunciare a un elemento del calibro di Simone Pierich. «In questo momento Scafati è superiore a noi in tutto - ammette il coach - e siamo consapevoli che per riuscire a batterla dovremo superare i nostri limiti a livello di attenzione, determinazione ed energia. Il tenore degli allenamenti di questa settimana è stato questo, la squadra ha risposto bene. E' un ottimo segnale».

«Sappiamo che è importante costruire la salvezza in casa, facciamo i conti con tale idea sin dalla prima giornata - prosegue Carrea -, e pertanto vogliamo questi due punti non solo per la classifica. Arriva una compagine importante e ci arriva in un momento per noi di difficoltà anche in seguito all'infortunio che ci ha tolto Pierich, un giocatore fondamentale sia per il suo ruolo sul parquet che per l'idea con la quale è stato allestito il nostro roster. Ma non bisogna affatto stupirsi se adesso stiamo lottando per la salvezza, sarà così fino alla fine. Non credo però che tutti lo abbiano ancora compreso molto bene. Dobbiamo bilanciare ed equilibrare le sensazioni ogni settimana, ogni giorno, per farci trovare pronti quando arriveranno, perché arriveranno, le partite che varranno quattro punti».

«Da quando ho firmato con Pallacanestro Biella l'obiettivo finale è sempre e solo stato quello della salvezza - spiega meglio il concetto il tecnico rossoblù -, un obiettivo peraltro condiviso con il general manager Sambugaro e con il presidente Massimo Angelico nella costruzione di ogni tassello di questo gruppo. Non abbiamo mai parlato di altro. Poi è ovvio che in estate parlare di sogni, di play-off, è bello e in una piazza come questa che vive di entusiasmo può anche avere risvolti positivi. Ma non è l'idea della società. Abbiamo avuto delle difficoltà legate a un americano che non ha reso secondo i piani e legati a giovani con esperienza relativa o nulla in questa categoria, sono problemi che avevamo ampiamente previsto, nulla di inaspettato».

Situazione difficile, non drammatica in casa Angelico. E chissà che il fatto di affrontare la prima della classe con la sensazione di non avere nulla da perdere non possa rappresentare un valore aggiunto, il classico asso nella manica...

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia