Oggi il derby in casa degli arcirivali della Manital Torino

Angelico all'assalto del PalaRuffini

Il grande giorno è arrivato. Molti tifosi lo aspettano dallo scorso 11 maggio. Era una domenica, quando l’Angelico condusse per 35 minuti in gara4 del primo turno di play-off in casa di Torino.

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11-01-2015 alle ore 00:00:00.
angelico-allassalto-del-palaruffini-560fdf83a887e3.jpg
Luca Infante

Il grande giorno è arrivato. Molti tifosi lo aspettano dallo scorso 11 maggio. Era una domenica, quando l’Angelico condusse per 35 minuti in gara4 del primo turno di play-off in casa di Torino. Nel finale, poi, la Pms rimontò e vinse la partita e la serie tra gli sfottò di una tifoseria di casa che si credeva già in A (ma invece sappiamo tutti come andò a finire) e il gestaccio di Valerio Amoroso rivolto al pubblico biellese.

Oggi Amoroso non c’è più, se ne è andato a Reggio Emilia sbattendo la porta e le due squadre si sono affrontate già nella gara di andata (quando vinsero i rossoblù). Ma domani si torna sul “luogo del delitto”, al PalaRuffini. Il girone di ritorno della A2 Gold inizia infatti con il derby Torino-Biella, vero e proprio big-match della giornata (palla a due alle 18).

C’è grande attesa in tutto l’ambiente di Pallacanestro Biella, a cominciare dai tifosi, arrabbiati in settimana perchè la società di casa ha messo a disposizione solamente 350 biglietti per il settore ospiti (“evidentemente hanno paura”, è il commento più “delicato”, ndr), che hanno ugualmente annunciato di voler “invadere” pacificamente il capoluogo e soprattutto il Parco Ruffini per aiutare la squadra a firmare quella che sarebbe una nuova impresa contro una autentica corazzata come la Manital degli ex (il presidente Antonio Forni, coach Luca Bechi e, sul parquet, Lorenzo Gergati e Guido Rosselli, oltre al preparatore atletico Luigi Talamanca.

Il gruppo gode di ottima salute tanto dal punto di vista fisico quanto da quello psicologico. La facile, ma non certo scontatissima, vittoria di Veroli ha permesso all’Angelico di ritrovare una vittoria esterna che mancava dalla seconda di campionato, mentre l’All Star Game dell’Epifania ha galvanizzato un po’ tutti, non solo Lombardi e Voskuil, rispettivamente re delle schiacciate ed mvp del match (il primo) e vincitore della gara del tiro da tre (il secondo): ha dimostrato la bontà dell’intero progetto che il club sta portando avanti da due stagioni.

«Il derby è sempre una partita speciale - ammette coach Fabio Corbani -. Arriviamo da una settimana insolita nella gestione degli allenamenti: con quattro giocatori convocati per l’All Star Game abbiamo dovuto rivedere un po’ il calendario. Era giusto che i ragazzi (Laquintana e Raymond  insieme a Lombardi e Voskuil, ndr) avessero questa vetrina. Sono stati molto bravi, hanno dato forma al vero spirito del nostro progetto: a volte vinci, a volte perdi ma in ogni caso diverti, crei consenso ed entusiasmo, vogliamo che pallacanestro e spettacolo siano sempre abbinati. Adesso arriva un’altra partita di grandi emozioni. Sia i derby giocati a Biella che quelli disputati a Torino sono sempre stati fantastici per cornice di pubblico. Speriamo innanzitutto che lo sia anche questa volta, indipendentemente da chi avrà la meglio alla fine. Torino è una squadra esperta, con un’ambizione diversa dalla nostra. Ma questo non ci spaventa, come sempre vogliamo provarci sino all'ultimo pallone».

«Ci aspetta un impegno difficile, su un campo caldo - sono le parole dello stesso Lombardi -. Però potremo contare sulla spinta dei nostri tifosi, verranno in massa a sostenerci e saranno per noi un’arma in più. Torino è una squadra di grande esperienza che vanta nel proprio roster giocatori da serie A. Se ci sarà Mancinelli per noi sarà un problema in più, massima attenzione comunque anche ai loro Usa. Dovremo mostrare velocità di esecuzione e grinta a rimbalzo. Per contenere i loro giocatori di maggior esperienza sarà importante far valere la nostra freschezza atletica».

Andrea Rossetti

Tags: Pallacanestro Biella, Torino, derby, basket, serie a2 gold, Angelico

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia