Alta tensione tra animalisti e cacciatori

Dopo i contrasti dello scorso weekend, oggi gli attivisti torneranno nei boschi per azioni di disturbo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 24-01-2016 alle ore 12:27:46.
Gomme bucate per gli animalisti
Gomme bucate per gli animalisti

Gomme bucate, vetri rotti, parole pesanti e qualche schiaffo. Giornata movimentata quella di domenica scorsa nei boschi di Gattinara e Masserano dove è successo di tutto tra cacciatori e ambientalisti. Già nelle scorse settimane le due fazioni erano giunte a contatto, ma a parte qualche parola di troppo non si era mai andati oltre. Ieri invece si è esagerato e i carabinieri sono dovuti intervenire in almeno tre occasioni nell’arco della giornata, una volta chiamati dagli animalisti e un’altra dai cacciatori.

«Abbiamo organizzato alcune passeggiate nei boschi - spiega Vassallo -. L’obiettivo è disturbare la caccia, non facciamo nulla di male».

Venerdì a Gattinara sono arrivati in trenta da Vercelli, Biella, Novara, ma anche Torino e Bergamo, oltre a persone della zona. «Ci siamo divisi in tre gruppi da dieci - spiega -. Ci siamo imbattuti in un gruppo di cacciatori e vedendoci c’è chi non ci ha dato peso, chi invece ha detto di andarcene e chi invece ha iniziato a minacciare. Così abbiamo iniziato a filmare e le cose sono peggiorate. Si è verificato un vero e proprio parapiglia, un ragazzo è stato aggredito, io mi sono preso un pugno». In ogni caso, nel frattempo qualcuno ha chiamato i carabinieri, e i due fronti si sono separati.

Intanto un altro gruppo del Movimento etico tutela animali e ambiente aveva raggiunto le auto nel parcheggio trovandole con le gomme tagliate e una con i finestrini sfondati. «Abbiamo nuovamente chiamato i carabinieri - riprende Vassallo -. C’è chi aveva visto alcune auto sospette vicino alle vetture danneggiate e abbiamo preso le targhe».

In attesa del carro attrezzi e del gommista, gli animalisti hanno continuato a passeggiare finendo in territorio di Masserano e arrivando a una casa di caccia notando le auto che si erano allontanate dopo il vandalismo. «Abbiamo ancora chiamato i carabinieri, ma questa volta avevano la volante impegnata - riprende -. Però abbiamo trovato una pattuglia di passaggio raccontando loro ciò che ci era successo». Ma anche i cacciatori a loro volta avevano chiamato le forze dell’ordine visto che gli animalisti erano in una proprietà privata vicino alla casa di caccia. E c’è stato l’ennesimo intervento per identificare ancora una volta tutte le persone presenti. Insomma una domenica movimentata. «E non ci fermiamo - afferma Vassallo -. Anche domenica saremo nei boschi perchè intanto si può passeggiare. Non siamo per la violenza, ma per il confronto»

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia