Ogni lunedì e venerdì nella palestra Why Not

Al via il corso di Iaidō e Kendō

Inizia oggi per principianti e per tutti coloro che sono interessati a Biella, per il terzo anno, presso la palestra “Why Not” in via Cerino Zegna 7, il corso delle discipline marziali giapponesi Iaidō e Kendō, il cui ideale comune è il miglioramento dell

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05-10-2015 alle ore 12:23:36.
al-via-il-corso-di-iaid-e-kend-561298db91a663.jpg
Al via il corso di Iaidō e Kendō

Inizia oggi per principianti e per tutti coloro che sono interessati a Biella, per il terzo anno, presso la palestra “Why Not” in via Cerino Zegna 7 (tutti i lunedì e i venerdì dalle 21,30 alle 23,30), il corso delle discipline marziali giapponesi Iaidō e Kendō, il cui ideale comune è il miglioramento dell’uomo attraverso l’uso del katana (la spada giapponese).

Lo Iai consiste nello studio delle tecniche (senza avversario) di estrazione della spada e taglio attraverso un unico movimento. L’origine dello Iai si usa datarlo intorno alla fine del XVI secolo. L’enfasi principale nello Iaidō è nello stato psicologico di presenza e attenzione in ogni momento della pratica, mentre in seconda istanza, nello studio delle tecniche per estrarre e rispondere ad un attacco improvviso con la massima velocità possibile. Per le caratteristiche proprie della disciplina che viene anche paragonata ad una sorta di zen in movimento, ci si può accostare ad essa in qualsiasi età ed è praticata si da uomini che da donne. 

Il Kendō (La Via della Spada) al pari dello Iaidō, risentì di una grande influenza dello zen, per dare risposta a come affrontare con animo tranquillo ed imperturbabile le battaglie e i duelli individuali che i samurai si trovavano ad affrontare quasi quotidianamente. Oggi nel Kendō si fanno combattimenti reali in armatura dove ovviamente la spada è stata sostituita dallo shinai, spada formata da 4 stecche di bambù tenute da accessori di cuoio.

Il Kendō diventa con il tempo una filosofia di vita, che si ottiene attraverso l’addestramento corretto e severo nella ricerca del perfezionamento di sé stessi.

In Italia promuove lo studio e lo sviluppo della pratica di entrambe le discipline la CIK, Confederazione Italiana Kendō alla quale è affiliata la nostra Associazione Sportiva Dilettantistica “Ichi Juku” .

Direttore Tecnico dei Corsi è Roberto Maresi, 6° dan Iaidō e 3° dan Kendō. Ha iniziato a praticare Iaidō nel 1990 e Kendō nel 2000. Ha vinto i Campionati Europei Individuali di Iaido nel 1994 e nel 2000, i Campionati Italiani nel 2005. Nel 2000, con la nazionale italiana, ha anche conquistato il titolo europeo a squadre. Studia per molti giorni all’anno Kendō, Iaidō e Zen con insegnanti giapponesi.

Aiuto Istruttore sarà Daniele Imhoff, 1° dan di Kendō e 1° dan di Iaidō che ha già seguito lo scorso anno il gruppo di “Kendo Biella” che si è sviluppato notevolmente nel corso di questi primi due anni di attività.

Il gruppo di Kendo Biella si è dotato di un proprio logo e di una fan page su Facebook (https://www.facebook.com/kendobiella).

Tags: Iaidō e Kendō, arti marziali, biella

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Salute e Green

Post Del 26-10-2016
Giuliano Ramella "Siamo i vecchi, quelli che il linguaggio corrente definisce anziani. Vecchi, non solo per l’incalzare dell’età ma per effetto del vuoto...
Post Del 18-01-2016
Quanto ho sognato i peli sotto le ascelle 3 Che cos’è Bello? Mi capita davvero di fermarmi per una manciata di minuti e pensarci, cadenzialmente ogni giorno.
Post Del 07-08-2015
porto-alle-persone-frammenti-di-vita-560ff2ba8d2612.jpg Già da un mese vesto i panni della postina e faccio finta di dimenticare i libri dell’università. A tempo pieno porto alle persone...
Post Del 06-11-2016
Roberto Pietrobon Il 29 agosto l'ho sentita anch'io, ero ad Assisi in quei giorni e alle 3,36 mi sono svegliato con la camera che ballava e io con lei. Non mi successe nulla...
Post Del 16-11-2016
Lele Ghisio I sogni non risolvono i problemi. Ma chi non è in grado di sognare raramente trova soluzioni alla realtà. Anche alla peggio realtà....

Rubriche della provincia